ICE: l’attenzione per la formazione

ICE: l’attenzione per la formazione

Dalla maggior parte delle persone l’ICE (istituto per il commercio estero) è conosciuto solo come un ente nazionale che fornisce servizi di varia natura alle imprese italiane interessate a internazionalizzare i loro servizi e commerci.

Da qualche anno invece l’ICE ha deciso di puntare molto sul percorso formativo al fine di creare manager ed esperti dei mercati internazionali che siano in grado di gestire efficacemente le politiche economiche internazionali, soprattutto di quelle rivolte all’estremo oriente.
L’offerta formativa di questo ente è vasta, dai Master post-lauream ai corsi on-line. Inoltre spazia dalle offerte per i neolaureati, per le imprese, o per i manager e imprenditori dei paesi in via di sviluppo e dei paesi in transizione. Questa diversificazione permette inoltre di offrire corsi sempre di alto livello ma alla portata di tutti.

L’offerta formativa è suddivisa per regioni e per settori, in modo da offrire approfondimenti sempre mirati. L’ICE a questo fine ha attivato anche diverse collaborazioni sia con gli organismi internazionali che con le regioni e gli enti locali.
Uno dei progetti più interessanti è senza dubbio il Master per l’internazionalizzazione delle imprese “Cor.c.e.” (Corso di specializzazione in commercio estero) Fausto De Franceschi. Il corso, che mira a formare quadri specializzati per imprese ed associazioni che intendano aumentare i loro rapporti con l’estero, tratta tematiche specifiche come marketing e tecniche del commercio internazionale. Cosa ancora più importante, sono previsti sia uno stage in un’azienda del territorio, che uno all’estero, della durata di due mesi ciascuno. Il master si tiene a Roma e inizia ogni anno verso la metà di ottobre.

Esiste inoltre la possibilità di frequentare un corso vendita e tanti altri diversi corsi per i quadri aziendali, i cui temi principali sono le tecniche di commercio estero, la contrattualistica e i pagamenti internazionali. A questo fine l’istituto ha firmato numerose convenzioni con enti locali e associazioni imprenditoriali, che permettono all’ICE di operare su vasta scala, ma sempre con un’attenzione particolare ai bisogni specifici dei vari partecipanti.
Un altro corso di specializzazione post-universiataria da segnalare è quello di “Esperto di internazionalizzazione d’impresa con conoscenza di Lingue orientali”, realizzato in collaborazione con l’Università Ca’ Foscari di Venezia e l’Istituto Orientale di Napoli.
Anche qui è data molta importanza, oltre alle ore di lezione in aula, alla formazione sul campo dei partecipanti, che comprende uno stage di due mesi in azienda in Italia e un altro sempre di due mesi all’estero presso uno degli uffici ICE nel mondo. La fase d’aula dura invece cinque mesi e si svolge sull’isola di San Servolo, vicino a Venezia.
Per incentivare la partecipazione a questi corsi da parte degli studenti più meritevoli, l’ICE eroga una borsa di studio per ognuno dei partecipanti, che devono superare un concorso pubblico. Viene anche fornito un biglietto aereo di andata e ritorno per raggiungere lo stato estero in cui si terrà lo stage.

Un altro elemento importante è che i docenti sono professionisti del settore, esperti non solo nella teoria, ma soprattutto nella pratica dei rapporti commerciali internazionali fra aziende.
Questi corsi motivazionali sono considerati molto professionalizzanti, ad esempio si calcola che almeno l’80% dei partecipanti al Cor.c.e. trovino un impiego entro sei mesi dalla fine del corso.

Spesso le università italiane sono accusate di non preparare abbastanza i loro studenti al mondo del lavoro, questi corsi sono proprio finalizzati ad eliminare a queste mancanze. In un momento in cui i laureati fanno sempre più fatica ad inserirsi nel mondo del lavoro, queste iniziative risultano essere estremamente importanti. Innanzitutto offrono l’opportunità di crescere professionalmente senza gravare troppo sui bilanci familiari. Sono anche percorsi di formazione di alto livello, di grande interesse per le piccole e medie aziende che vogliono espandersi all’estero ma che ancora non hanno delle strategie ben definite.

In un’economia che per produrre profitti guarda sempre di più verso i mercati esteri, è fondamentale che esistano figure professionali in grado di guidare le numerose piccole e medie aziende italiane in politiche economiche internazionali di successo.