Documento di valutazione dei rischi: un vantaggio per la tua azienda

settembre 27, 2016 by · Commenti disabilitati su Documento di valutazione dei rischi: un vantaggio per la tua azienda
Filed under: lavoro 

La produzione del Documento di Valutazione dei Rischi è uno degli obblighi a carico dell’azienda, ma è anche un vantaggio per l’impresa. Ecco perché.

 

Il Documento di Valutazione dei Rischi, spesso definito semplicemente come DVR, è un documento che deve essere necessariamente prodotto da imprese operanti nei settori più disparati, sulla base di quanto stabilito dall’art. 17 D.Lgs. 81/08.

La Sicurezza sul Lavoro, in Italia, è un settore giuridicamente piuttosto vasto: al fine di scongiurare il rischio di incidenti sul lavoro, e ovviamente anche per tutelare i consumatori e qualsiasi altra persona che può essere coinvolta più o meno direttamente nei processi aziendali, sono stati istituiti diversi obblighi, tra cui vi è appunto la produzione del Documento di Valutazione dei Rischi.

 

Il Documento di Valutazione dei Rischi è un elaborato in cui l’azienda specifica quali sono le potenziali criticità più rilevanti che possono riguardare i propri processi produttivi, e ovviamente allo stesso tempo vengono esposte le adeguate contromisure finalizzate all’eventualità che non si verifichi alcun tipo di problema.

Il documento in questione, dunque, non è un qualcosa di standardizzato, al contrario si tratta di un elaborato unico che riguarda il modo specifico e peculiare la singola attività; anche nell’ambito del medesimo settore operativo, dunque, i DVR possono risultare profondamente diversi l’uno dall’altro.

La legge stabilisce che la produzione del Documento di Valutazione dei Rischi è obbligatoria per tutte le imprese composte da uno o più soci, o comunque per tutte quelle aziende che hanno dei lavoratori dipendenti contrattualizzati tramite qualsiasi tipologia di inquadramento.

La necessità di redigere il Documento di Valutazione dei Rischi riguarda dunque imprese interessate da qualsiasi livello di rischio, allo stesso tempo non viene fatta distinzione alcuna tra imprese private e pubbliche.

Nel momento in cui un’azienda viene fondata ed avviata, i relativi titolari hanno 3 mesi di tempo per produrre il DVR; nel caso in cui, in occasione di un controllo da parte dell’ASL, un’azienda dovesse risultare sprovvista di questa documentazione, la stessa andrebbe certamente incontro a delle sanzioni.

Il fatto che la produzione del Documento di Valutazione dei Rischi sia obbligatorio rende assolutamente fondamentale quest’operazione per le imprese, allo stesso tempo tuttavia realizzare questo documento costituisce un vantaggio per i titolari dell’impresa.

Realizzando un Documento di Valutazione dei Rischi, infatti, un imprenditore ha modo di sviluppare un quadro estremamente nitido circa le potenziali criticità che possono riguardare la sua azienda e i suoi processi produttivi, allo stesso tempo si ha occasione di fare il punto sulle più corrette contromisure da intraprendere nelle fasi più critiche, o comunque nel caso in cui dovesse manifestarsi una qualche problematica.

 

Obiettivamente può non essere semplice redigere un Documento di Valutazione dei Rischi, trattandosi di un elaborato molto tecnico e che va realizzato “su misura” per ogni singola impresa, tuttavia questo non rappresenta un problema: gli imprenditori chiamati a compiere tale operazione per la propria attività, infatti, possono tranquillamente avvalersi della consulenza di professionisti esterni specializzati.

Sono diversi i punti principali su cui si articola il Documento di Valutazione dei Rischi, a cominciare dai dati relativi all’azienda e dalla generale descrizione del ciclo produttivo, degli ambienti di lavoro, dell’organigramma, degli impianti e delle sostanze impiegate per i processi produttivi.

Punti particolarmente importanti del DVR, i quali possono essere considerati il vero “fulcro” del documento, sono quelli in cui l’azienda evidenzia le principali criticità che possono riguardare i suoi processi di produzione, e in cui vengono specificate delle contromisure mirate per scongiurare rischi di rilievo.

A completare il Documento di Valutazione dei Rischi vi sono inoltre le misure di prevenzione e protezione, i vari programmi di formazione e informazione dei lavoratori, i piani di revisione periodica del documento, il metodo di coinvolgimento delle varie figure aziendali, ovvero ad esempio del responsabile S.P.P., del medico competente, del rappresentante dei lavoratori per la sicurezza.

Affinché il documento sia completo, inoltre, devono essere presenti alcuni allegati, come ad esempio quelli relativi a indagini ambientali, oppure schede tecniche relative ai macchinari adoperati.

Nel caso in cui i titolari dell’azienda si siano affidati a dei professionisti esterni per la produzione del documento, inoltre, gli stessi devono essere menzionati nei relativi contenuti.

L’importanza della certificazione TOEFL per studiare all’estero

settembre 21, 2016 by · Commenti disabilitati su L’importanza della certificazione TOEFL per studiare all’estero
Filed under: formazione 

Harvard o Yale? Sognare di iscriversi a una delle più prestigiose università americane è lecito, ma perché il desiderio si trasformi in realtà occorre informarsi su aspetti molto importanti e determinanti come burocrazia e costi.

I prezzi delle università americane, infatti, sono spesso molto elevati e possono scoraggiare sin da subito i futuri studenti; la retta di alcuni atenei si aggira intorno ai 70.000 dollari all’anno, una cifra che nemmeno un cambio favorevole potrebbe far apparire abbordabile.

Altri istituti invece, come il CUNY di New York, sono decisamente più accessibili, con rette di circa 9.000 dollari. Il CUNYCity University of New York, è il sistema di università pubbliche della Grande Mela che racchiude in sé 7 community colleges, 11 senior colleges, 5 istituti professionali e di istruzione magistrale e il Macaulay Honors College; accedere a una di queste strutture non è impossibile, occorre solo munirsi di pazienza e di tutti i documenti necessari per effettuare la domanda di iscrizione.

Oltre a un permesso di soggiorno dedicato, la conoscenza della lingua inglese negli USA è una conditio sine qua non per accedere all’università. Meglio quindi effettuare un corso di preparazione al TOEFL e ottenere la certificazione in Italia, così da aver già con sé uno dei documenti più importanti, la chiave di accesso alla vostra formazione universitaria all’estero.

Wall Street English è una delle strutture più competenti nell’ambito della certificazione TOEFL. I corsi di preparazione all’esame puntano a migliorare i principali aspetti su cui verte l’esame finale, ovvero lettura, ascolto, conversazione e scrittura, e sono tenuti da insegnanti rigorosamente madrelingua.

La personalizzazione del metodo di studio e la massima disponibilità ad incontrare le esigenze dello studente vi permetteranno di essere pronti ad affrontare al meglio una serie di prove (per una durata totale di 3 ore) dove la conoscenza dell’inglese viene messa a dura prova. Stati Uniti, ma anche Canada, Australia e Gran Bretagna vogliono assicurarsi che i propri allievi stranieri siano in grado di affrontare il percorso universitario senza alcuna difficoltà: come dar loro torto?

Corsi Cisco a Brescia

settembre 7, 2016 by · Commenti disabilitati su Corsi Cisco a Brescia
Filed under: Corsi 

La gestione delle reti di dati è una delle attività più importanti a cui ogni giorno qualcuno sottopone anche noi, nonostante non ce ne accorgiamo. Il fatto che possiamo navigare in internet, il fatto che tu possa leggere questo stesso articolo dipende da una rete di dati che ti permette di raggiungere particolari computer, detti server, su cui si trovano i siti web e i social network che frequenti. Il tuo segnale viaggia su una rete, insieme ai segnali di tutti gli altri utenti che navigano insieme a te, nello stesso momento.

Così tanti segnali non possono essere lasciati “allo sbaraglio”, ma devono essere attentamente gestiti, in modo che la rete non si congestioni rendendo così impossibile navigare a tutti quanti.

Questo è il lavoro che fa la persona che gestisce le reti di dati. Se non conoscevi questo lavoro, sappi che sei entrato in contatto con qualcuno che lo fa quando avete chiamato l’assistenza per la tua linea telefonica (la linea internet, per la precisione); non sai però che quella professione è una delle più richieste in questi anni dalle aziende, vista l’espansione costante della rete internet.

Per lavorare in questo ambito sono necessarie però delle conoscenze di base, e visto che la gestione delle reti è, ad oggi, effettuata da privati e principalmente da un’azienda americana che si chiama Cisco, è proprio Cisco a rilasciare le certificazioni professionali necessarie per poter entrare in questo ambito di lavoro.

Se si ottiene una cerrificazione Cisco, frequentando dei corsi e superando un esame, è possibile lavorare nell’ambito della gestione delle reti dati, cosa che altrimenti non è possibile fare mancando le competenze di livello base.

Il corso CCNA Brescia, che sta per Cisco Certified Network Associated è la certificazione di primo livello necessaria a chiunque voglia intraprendere una carriera nell’ambito della gestione delle reti dati. Da conoscenze sulle basi della gestione delle reti, ovvero sul funzionamento stesso delle reti di dati, sui protocolli utilizzati, sul routing, sullo switching e su tutto ciò che è necessario per poter operare, almeno a livello tecnico, sulle reti di dati.

Naturalmente il corso CCNA non è che il primo dei tanti corsi Cisco, a diverso livello, che vengono organizzati sia nel nostro paese che all’estero (i programmi sono standard, così come le modalità con cui vengono eseguiti gli esami per l’ottenimento della certificazione, così che una certificazione ottenuta in Italia abbia poi valore in tutto il mondo). Anche in Italia viene organizzato più di un corso Cisco Brescia di livello superiore, per chi volesse, dopo aver ottenuto la certificazione CCNA, ottenere conoscenze approfondite nell’ambito della gestione delle reti.

Con i corsi di livello superiore si accede a conoscenze più specifiche e si può ambire a posizioni migliori, o alla gestione di network di reti più grandi (ad esempio, alla supervisione delle reti di dati di un’intera città rispetto alla gestione delle reti di una sola azienda).

Questo significa che, per chi sta cercando lavoro, i corsi Cisco rappresentano un’ottima opportunità professionale in un settore in continua crescita anche nel nostro paese, per una prospettiva da considerare per chi volesse trovare lavoro in un ambito che, in questi anni, si può definire praticamente sicuro.

Intraprendere Blog Network

Magazine Blog Network, è ad oggi il più grande network italiano di blog professionali. Per proporci delle partnership, cambi, collaborazioni, avere informazioni pubblicitarie, inviarci un comunicato stampa contattateci. Il network è gestito da Ariapertalab, casa editrice e laboratorio di idee guidato da Giuseppe Piro.


il nostro network